Proviamo a vedere insieme alcuni rimedi pratici per trasformare il tuo cane in un vero Buddha a 4 zampe

Qualcuno sostiene che ci siano solo due tipi di cani: i cani che abbaiano e i cani che mordono.

Ma poi c’è il tuo cane, che abbaia, morde, ringhia, corre tutto il giorno e si mangerebbe persino un orso, se gli capitasse sotto tiro.

N.B. ricorda che, quando la situazione diventa pericolosa, sia per il cane stesso che per gli altri cani, andrebbe sempre consultato un veterinario e, in molti casi, anche un esperto educatore cinofilo.

Perché il tuo cane è aggressivo verso gli altri cani

“Nerone è un bravo cane da guardia, forse troppo. Non ricevo più nemmeno le bollette del gas perché il postino rischia di rimetterci una mano ogni volta che si avvicina al cancello. Ma per il nostro rottweiler il problema vero sono gli altri cani. E, a giudicare da come tira il guinzaglio quando vede il pincher della vicina, temo che sia solo una questione di giorni prima che lo trasformi in un nugget di pollo.”

Il tuo cane è un po’ troppo aggressivo verso gli altri cani? Non sei l’unico, a quanto pare. Quella del cane con problemi comportamentali è una condizione particolarmente diffusa che alcuni padroni sorvolano con un po’ troppa leggerezza, accusando la “condizione dominante del cane” come fosse una malattia incurabile. Ma quando è troppo, è troppo: ecco una serie di consigli per tentare di convincere il tuo cane a smettere di attentare alla vita di quel povero Chihuahua.

7 rimedi pratici per avere un cane zen

A cani estremi, estremi rimedi.

Svegliarsi-abbaiare-ringhiare-mangiare-dormire. Se questa sequenza assomiglia molto alla routine del tuo cane, allora ci sono buone probabilità che il tuo cane abbia bisogno di un massaggio in un centro benessere (immagina quanto sarebbe contento di rotolarsi nei fanghi). Forse il mondo non è ancora pronto per questa soluzione, perciò ascolta questi semplici consigli per provare a rendere il tuo cane un pochino più zen:

  1. Dedicagli una poesia

“Cantami, o Diva, del canide Achille.” La poesia ha da sempre un certo fascino su cani e padroni. Effetto calmante garantito.

  1. Dagli più responsabilità

Da oggi la cena dovrà farsela con le proprie zampe, tempo 2 giorni e sarà un cane completamente nuovo. Oppure in sovrappeso.

  1. Fagli vedere un film

Un buon film dovrebbe riuscire a placare i suoi istinti omicidi. Però evita Balto e Charlie – Anche i cani vanno in paradiso, altrimenti s’intristisce.

  1. Pokerino?

Potrebbe aiutarlo a concentrarsi su qualcosa di diverso oltre a cercare di mordere ogni cane che vede. E poi, si sa, i cani hanno una cocker-face praticamente perfetta.

  1. Fagli ascoltare della musica leggera

Funziona con le mucche giapponesi per diminuire i loro livelli di stress, funzionerà anche coi cani, no? E poi lo sanno tutti che i cani sono i più grandi fan di Tiziano Ferro.

  1. Yoga canino

I cani adorano lo yoga! Chi pensi che abbia inventato la posizione del cane a testa in giù?

7. Oppure ha solo bisogno della compagnia giusta

Una delle possibili cause che rende il cane aggressivo in presenza di altri cani, è l’assenza di un’adeguata socializzazione. Già dopo le prime 3 settimane di vita (dopo il via libera del veterinario), un cucciolo dovrebbe incontrare altri cani, affinché possa conoscere il mondo in cui dovrà vivere, fatto di cose, persone e molti altri cani.

Non è detto, però, che il tuo cane vada d’accordo con tutti. Forse ha solo bisogno della compagnia giusta!

Non sottovalutare l’aggressività del cane, consulta un veterinario

Se un cane è aggressivo con gli altri cani potrebbe soffrire di qualche disturbo che gli provoca dolore, prurito o altri pericolosi fastidi che modificano il suo atteggiamento nei confronti di persone e altri animali. Quando questa situazione si protrae per un tempo prolungato, è fondamentale non sottovalutare il problema e contattare un veterinario, sia per la salute del tuo amico a 4 zampe, sia per la salute degli altri cani.

E se il veterinario non dovesse trovare nessun problema di salute, allora la causa va ricercata altrove; valuta con attenzione la possibilità di contattare un educatore cinofilo qualificato.