Il cane è in grado di esprimere emozioni in modi diversi e, talvolta, ingegnosi. Quando è contento scodinzola, quando è triste uggiola, quando ha fame ti porta la ciotola e rotola sulla schiena mostrando il ventre per comunicare fiducia e sottomissione.

Poi abbaia. Abbaia, abbaia e abbaia, riempiendo le notti di rumore e trasformando le riunioni condominiali in rievocazioni storiche delle guerre puniche.

Che un cane abbia diritto di abbaiare lo dice chiunque e lo conferma la legge, ma il diritto della signora Luisa del terzo piano di guardare le sue telenovelas è ugualmente sacrosanto e va difeso allo stesso modo.

Perciò veniamoci incontro: se insegnerai al tuo cane a non ululare come un lupo grigio per tutto il tempo che passi al lavoro, vincerete tutti e la signora Luisa smetterà di guardarti in cagnesco maledicendo il tuo cane.

 

Perché il cane abbaia quando è solo

Come accennato in precedenza, il fatto che il cane abbai non è solo scontato, ma tutelato dalla legge. Ovviamente, se il tuo cane dovesse abbaiare quindici ore al giorno, difficilmente i tuoi vicini ti sorrideranno incrociandoti per le scale. Ma ora lasciamo stare le regole del buon vicinato per concentrarci sul tuo amico peloso.

I motivi per cui potrebbe abbaiare sono diversi e potrebbero esprimere diversi disagi come stress, noia, problematiche fisiche o neurologiche oppure, più semplicemente, ansia da separazione. Per questo, investire del tempo cercando di capire i motivi per cui il tuo cane abbai vale sicuramente la pena sia per te che per lui, così come vale la pena trovare una soluzione per la sua tranquillità, la tua e quella dell’intero condominio.

Se il cane abbaia in tua presenza, quasi sicuramente è per comunicare con te, per dirti magari che ha fame, sete o voglia di giocare. Se il tuo cane abbaia quando è solo, però, probabilmente è perché da cucciolo ha sempre goduto di compagnia, crescendo a fianco di mamma e fratelli, che gli ha reso difficoltoso tollerare la solitudine.

 

Come non far abbaiare il cane quando è solo

La prima soluzione per evitare che il tuo cane abbai quando è solo potrebbe essere, non sarà molto sorprendente, cercare di non farlo sentire solo. Ad esempio, potrebbe essere sufficiente lasciare un rumore di sottofondo perché possa restare in solitudine più serenamente, ad esempio una radio o una televisione potrebbero fare al caso tuo e risolvere questo problema. Se questo non dovesse rivelarsi sufficiente, potresti provare a lasciare al tuo cane dei giochi impegnativi che lo tengano occupato per il tempo che trascorrerà senza di te. Ma attenzione, questi andranno tolti appena rientrati così che il cane non si abitui finendo per ritenerli una normalità. Un’altra soluzione ancora potrebbe essere lasciargli un qualsiasi indumento che abbia il tuo odore o di un altro membro della famiglia, così che, annusando la stoffa, possa sentirsi meno solo.

In ogni caso, due consigli d’oro che possiamo darti sono:

      • Prima di uscire di casa evita di dargli troppe attenzioni, potrebbe percepire tutto questo affetto come un addio e sviluppare, o peggiorare, problemi a restare da solo. Al contrario, ignorarlo appena prima di uscire potrebbe aiutarlo ad affrontare la separazione.
      • Appena tornato dedicagli del tempo. Pensaci, se è stato male lo è stato per la lontananza da te, quindi, poverino, passa con lui tutto il tempo di cui ha bisogno giocando o passeggiando.

Come sempre, se nessuno dei consigli qui riportati dovesse aiutarti ad ottenere i risultati sperati, il consiglio più utile che ti diamo è quello di contattare un addestratore cinofilo. Lui saprà dirti cosa fare e ti aiuterà a raggiungere tutti i risultati di cui hai bisogno.