Adotta un cagnolino, dicevano. Sarà bellissimo, dicevano. Certo, ma nessuno ti aveva mai detto che la casa si sarebbe trasformata in un campo di battaglia.

Per educare un cane a fare i bisogni sulla traversina servono tante attenzioni e una buona dose di pazienza, cercando di distinguere quali sono le normali fasi della crescita da eventuali problemi educativi che hanno bisogno della consulenza di un educatore cinofilo.

 

La battaglia della traversina

Alzarsi la mattina e scoprire che, per l’ennesima volta, il cane è riuscito a farla dappertutto (tranne che sulla traversina) è una sensazione sconfortante. È un po’ come svegliarsi per andare al lavoro e scoprire che è lunedì ogni singolo giorno della settimana.

  • Cane 1, traversina 0.

La traversina è un morbido panno assorbente pensato e creato apposta per educare il cucciolo a fare i propri bisogni in uno specifico luogo della casa, in attesa che, con la crescita, possa sviluppare la tendenza a farla esclusivamente fuori. Infatti, il cucciolo, superate le settimane in cui viene stimolato dalla madre, tende naturalmente a fare i propri bisogni quando sente sotto di sé una confortevole morbidezza. E lo stesso istinto è comune anche per molti altri mammiferi, quindi la traversina può essere di grande aiuto durante i primi mesi di convivenza con il cucciolo, ma è fondamentale abituarlo a lunghe e frequenti passeggiate.

Sarebbe bello avere la casa sempre asciutta, ma lascia che ti dica una cosa: questa, in realtà, è pura utopia. Per quanto sia bravo e intelligente, capiterà comunque che il cane la faccia dove non deve. Vuoi vincere la sfida della traversina? Allora mantieni la calma e segui alcuni semplici consigli.

Insegnare al cane a fare i bisogni sulla traversina

Dopo un lungo appostamento da dietro al divano, trasformato in trincea per l’occasione, ancora non si vede il colpevole del misfatto; l’operazione “becca il cucciolo con le zampe nel sacco” è rimandata. Forse non tutti sanno che i cuccioli hanno il superpotere di fare i bisogni nei posti più difficili da pulire, e solo quando nessuno li guarda.

  • Cane 2, traversina 0.

La verità è che il cane non la fa mai per dispetto; questa è una malizia tipicamente umana che tendiamo ad affibbiare al cucciolo per certi suoi comportamenti. Soprattutto durante i primi mesi di vita, è fisiologico che il cane non sia perfettamente in grado di comprendere dove deve fare i propri bisogni; siamo noi a doverglielo insegnare:

  1. Premialo con degli snack gustosi, non fare il braccino corto. E non lesinare su lodi e carezze.

Il modo migliore per far capire al cane che ha fatto qualcosa di buono è premiandolo: quindi sì a crocchette, snack, carezze e complimenti dopo che ha fatto i bisogni nel posto giusto.

  1. Cerca di prevedere quando il cane avrà bisogno di fare pipì.

Esattamente come succede per noi, anche i cani sono più portati a fare i propri bisogni in alcuni momenti particolari della giornata, come ad esempio dopo un pisolino, dopo mangiato o dopo aver fatto qualche sano minuto di gioco. Controlla il cane in questi momenti specifici ed eventualmente portalo sulla traversina (o fuori). E per fortuna che a differenza nostra non possono bere la birra.

  1. Non sgridarlo eccessivamente. E, soprattutto, sgridalo solo quando lo becchi con le zampe nel sacco.

Com’è naturale che sia, il cane dev’essere rimproverato quando sbaglia (sta agli esperti dire quale sia il modo giusto), ma sgridarlo con troppa veemenza può essere controproducente: potrebbe sentirsi a disagio nel fare i propri bisogni e tentare addirittura di farli sparire nell’unica maniera che conosce. Ti risparmio i dettagli macabri.

  1. Quando sbaglia, non pulire i suoi bisogni mentre può vederti.

“QUESTO GIOCO È BELLISSIMO!” è il 90% dei pensieri di un cucciolo. Di conseguenza potrebbe associare la pulizia come qualcosa di positivo e quindi non vedrà l’ora di rifarlo, yay!

  1. Portalo fuori spesso, che magari ti cala anche la panza.

Lasciamo che siano gli esperti a dire quale sia il periodo migliore per cominciare a passeggiare col cane, ma una cosa è certa, portarlo fuori spesso fa bene alla sua educazione. E anche alla tua dieta, poco ma sicuro.

La traversina va bene anche per i cani adulti?

Qualcuno potrebbe azzardare che anche i pannolini umani siano estremamente comodi, ma dubito che sia sano continuare a usarli anche durante l’adolescenza, non credi? I cani adulti non dovrebbero utilizzare la traversina, se non a causa di particolari problemi di salute. E ricordati che l’unica persona che può indicarti con sicurezza quale sia lo stato di salute del tuo cane è un veterinario competente, non un articolo letto su internet <3

  • Cane 3, traversina 0. Il cane vince sempre sulla traversina.

Il consiglio degli esperti è quello di abituare il cane a fare frequenti passeggiate di almeno 20 minuti, 2/3 volte al giorno. Una vita più sana e una corretta socializzazione sono di grande aiuto per il tuo amico a 4 zampe e potrebbero aiutarlo controllare i propri stimoli, preservando sia il tappeto di casa che la tua salute mentale.