C’è chi parla in continuazione e c’è chi lo fa solo se interpellato, c’è chi parla a sproposito e chi parla con un tono di voce altissimo; ognuno ha il suo modo di comunicare: il tuo cane lo fa abbaiando. Certo, quando è troppo è troppo e, se vuoi evitare una rivolta del vicinato, devi capire come insegnare al cane a non abbaiare eccessivamente.

 

Scopri la causa dei suoi latrati

La cosa più importante da sapere è che non puoi (e non dovresti) insegnare al tuo cane a non abbaiare, ma dovresti, al massimo, insegnargli ad abbaiare meno. In fondo, abbaiare è un suo diritto. La vita del cane moderno è mediamente poco stimolante; giusto una passeggiatina quando capita, un paio di ciotole piene durante il giorno e qualche carezza (se è una giornata fortunata). Tutto questo, molto spesso, si traduce con un insistente canto canino che il vicinato proprio non riesce ad apprezzare.

In questi casi, la prima cosa da fare è sicuramente capire la causa del suo abbaiare: c’è sempre una motivazione, anche se non è facile capirlo.

  • Il tuo cane abbaia perché ha fame o sete. Salvo particolari eccezioni, in questi casi il cane si posizionerà vicino alla ciotola, durante il suo abbaiare insistente.
  • Il tuo cane abbaia perché vuole giocare, specialmente quando torni a casa dal lavoro oppure nel momento in cui ti siedi sul divano per guardare la tv.
  • Il tuo cane abbaia per eccitazione, quando gli riempi la ciotola o quando prendi in mano il guinzaglio per andare a fare una passeggiata.
  • Il tuo cane abbaia per ansia, perché si sente minacciato, è spaventato o sta passando un forte momento di stress.
  • Il tuo cane abbaia per proteggerti, specialmente di notte, quando è convinto che qualsiasi cosa che si muove sia una minaccia nei tuoi confronti.
  • Il tuo cane abbaia perché si sente solo, perché si annoia, perché ha subito un trauma particolare o semplicemente perché è molto vecchio ed è un po’ partito con la testa.

Se non sei perfettamente conscio di quale sia la causa del suo abbaiare insistente, contatta il tuo veterinario o un esperto educatore cinofilo; una figura professionale saprà dirti con esattezza quali sono le motivazioni che lo spingono all’abbaio e le soluzioni educative più efficaci.

 

Insegnare al cane a non abbaiare di continuo

Abbaiare, per un cane, è una cosa normalissima. Non puoi sperare che non lo faccia più, è impossibile e va contro la sua natura. Esistono, però, dei sistemi correttivi in grado di fargli associare all’abbaio insistente un’esperienza negativa; come, ad esempio, la fine dei giochi. Infatti, se il tuo cane abbaia eccessivamente in giardino quando vede passare qualcuno, una macchina o anche un altro cane, portalo in casa, con calma e senza sgridarlo. Con un po’ di pazienza il cane riuscirà a collegare l’abbaiare-per-ogni-cosa-che-si-muove alla fine dei giochi in giardino e, quindi, abbaierà soltanto se proprio necessario.

Se invece il tuo cane abbaia per richiamare la tua attenzione, allora devi ignorarlo finché non smette. Ok, è difficile, ma nessuno ha detto che sarebbe stato semplice 🙂 Quindi, entra in modalità monaco zen, attendi finché non smette di abbaiare, e ricompensa la sua tranquillità con delle lodi, con carezze ed eventuali croccantini; in questo modo potrà associare alla calma un momento positivo.

L’abbaio per eccitazione, invece, può essere corretto rimandando il motivo della sua felicità. È eccessivamente felice per la passeggiata imminente? È oltremodo contento per il rumore della scatola di croccantini? Niet! Riponi il guinzaglio – o lascia la ciotola vuota – e attendi con calma la fine dei suoi latrati. È solo con la pazienza che sarai in grado di insegnare al cane a non abbaiare così compulsivamente.

 

Esercizio fisico e socializzazione

Il tuo cane, però, potrebbe essere particolarmente annoiato o sta conducendo una vita poco stimolante, lontano dai suoi simili e con zero attività fisica; in quel caso forse anche tu urleresti tutto il giorno ai passanti 🙂

Arricchisci la vita del tuo cane, fallo giocare e portalo spesso nelle aree a lui dedicate, fagli conoscere nuovi cani e aiutalo a socializzare; una vita più stimolante è, molte volte, il modo migliore per insegnare al cane a non abbaiare insistentemente. Fai molta attenzione, però, a non commettere l’errore più comune: gridare contro il cane che sta abbaiando. Il cane infatti, potrebbe addirittura interpretare le tue urla come una sorta di incoraggiamento. E poi, cosa penserebbero i tuoi vicini? Tra il cane che abbaia e te che urli non ne potrebbero proprio più.

Se, dopo tutto questo, non sei ancora riuscito a capire come insegnare al cane a non abbaiare a qualsiasi cosa, allora forse il problema è più serio e hai bisogno del parere di un esperto; contatta il tuo veterinario o un educatore cinofilo.